Pensiero debole

Alcune considerazioni sono interessanti, per esempio il fatto che nella maggioranza dei casi l’attuazione della cosiddetta DAD è stata decisa in modo unilaterale da dirigenti e collaboratori, in particolare nelle scuole secondarie, che appaiono maggiormente gerarchizzate degli ordini precedenti. O l’aumento del carico di lavoro.

L’inchiesta presentata lo scorso 13 ottobre da FLC-CGIL in collaborazione con la Fondazione Di Vittorio ha però un difetto di fondo: l’appiattimento sulla visione mainstream del di nuovo cosiddetto “digitale” e il conseguente restare alla superficie di alcune questioni fondamentali.

Infatti utilizza candidamente i concetti di “formazione” e “piattaforma” come se fossero neutri, se non addirittura assoluti. oltre all’irrinunciabile must de “la didattica a distanza”.

Del resto, questa incapacità di approccio autenticamente critico aveva contraddistinto anche i primi interventi sulla didattica di emergenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...