Intelligenza (artificiale) mitologica

Kate Crawford individua nel discorso pubblico sull’IA due mitologie.

Secondo la prima i sistemi non umani sono analoghi alle menti umane: con una formazione sufficiente, o risorse sufficienti, l’intelligenza umana può essere creata da zero, senza affrontare i modi fondamentali in cui gli esseri umani sono incarnati, messi in relazione e inseriti in ecologie più ampie.

Per la seconda l’intelligenza esiste indipendentemente, naturale e distinta dalle forze sociali, culturali, storiche e politiche.

Il tutto si fonda sull’assioma – concepito a partire dalla metà del XX secolo – secondo cui l’intelligenza umana può essere formalizzata e riprodotta dalle macchine.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...