Radical Open Access

“Costituito nel 2015, il Radical Open Access Collective è una comunità di riviste, giornali e altri progetti ad accesso aperto guidati da studiosi e senza scopo di lucro. Ora composto da più di 70 membri, promuove una visione progressista per l’editoria aperta nelle scienze umane e sociali. Ciò che abbiamo in comune è la comprensione dell’accesso aperto come caratterizzato da uno spirito di continua sperimentazione creativa. Condividiamo anche la volontà di sottoporre a critica creativa alcune delle nostre pratiche di comunicazione scientifica più consolidate, insieme alle istituzioni che le sostengono (l’università, la biblioteca, la casa editrice e così via). Il collettivo offre quindi una radicale “alternativa” alle versioni conservatrici dell’accesso aperto che vengono attualmente proposte da stampa, finanziatori e responsabili politici orientati al commercio“. – dal sito web