Dal capitalismo industriale a quello di sorveglianza

Il capitalismo industriale dipendeva dallo sfruttamento e dal controllo della natura, e ora ci rendiamo conto delle sue conseguenze catastrofiche. Ritengo invece che il capitalismo della sorveglianza dipenda dallo sfruttamento e dal controllo della natura umana.

Il mercato ci riduce al nostro comportamento, ci trasforma in un’altra merce fittizia impacchettata perché altri possano consumarla nei princìpi sociali della società strumentalizzata, che i giovani stanno già vivendo, possiamo vedere con chiarezza ancor maggiore come questo nuovo capitalismo voglia reinventare la nostra natura per i propri scopi.

Saremo monitorati e telestimolati come i branchi e gli stormi di MacKay, come i castori e le api di Pentland e come le macchine di Nadella.

Dobbiamo vivere nell’alveare: la vita è una sfida spesso dolorosa, come può testimoniare ogni adolescente, ma l’alveare che ci aspetta non è naturale. “L’hanno fatto gli uomini.” L’ha fatto il capitalismo della sorveglianza. I giovani dei quali abbiamo parlato in questo capitolo sono gli Spiriti del natale futuro.

Vivono al confine di una nuova forma di potere che dichiara la fine del futuro umano, con la sua obsoleta fedeltà agli individui, alla democrazia e all’indipendenza necessaria per avere una morale. Se ci svegliamo con la stessa determinazione di Scrooge dal nostro sonno mentale, dalla nostra distrazione e dalla nostra rassegnazione, forse siamo ancora in tempo per cambiare il corso del futuro.

(Zuboff, Il capitalismo della sorveglianza, capitolo 16)

Michel Bauwens definisce il concetto di “capitalismo netarchico”:


“(…) “netarchia” (…) significa la gerarchia della rete. Si potrebbe dire che il capitalismo netarchico si presenta in due (o più) forme complementari.
Primo, nell’economia dei beni comuni, dove i beni comuni sono effettivamente prodotti al centro del modello di business. In questo caso, le aziende netarchiche creano modelli di business sviluppando servizi aggiuntivi intorno ai commons, prodotti dalle comunità di utenti. Le imprese raccolgono i vantaggi della cooperazione umana al centro della produzione di beni comuni e ottengono il vantaggio non solo del proprio investimento, ma anche degli investimenti dell’intera coalizione imprenditoriale che ha investito negli stessi beni comuni e della quantità sostanziale di lavoro gratuito. Quindi abbiamo aziende come Google che monetizza la ricerca senza produrre alcun contenuto, o Facebook, che potrebbe non fare affidamento su un bene comune in senso stretto, ma monetizzare l’interazione umana nei social media.
La seconda forma di capitalismo “netarchico” crea piattaforme che consentono scambi peer-to-peer, dove ancora una volta non viene necessariamente prodotto alcun bene comune, ma si basa sugli scambi tra pari in una rete. Quindi, Uber monetizza il ride-hailing senza produrre auto o Airbnb monetizza i noleggi senza produrre risorse fisiche per l’ospitalità.
Questa esternalizzazione dei costi di produzione è uno dei fattori della loro competitività nei confronti di operatori tradizionali, come taxi e hotel, che non sono in grado di esternalizzare tali costi e sono inoltre soggetti a normative più stringenti a causa del loro uso intensivo di stipendiati lavoro duro e faticoso. La natura estrattiva di questi modelli di business rende problematica l’economia dei beni comuni sotto il dominio dell’economia capitalista. Facendo uso del particolare intreccio delle tecnologie coinvolte nei beni comuni digitali con forme di interazione, tali casi di capitalismo netarchico – o ad esempio la cosiddetta “ economia della condivisione ” – trovano nuovi contorni nelle recinzioni di attività di cooperazione, condivisione e informalità precedentemente considerato al di fuori del capitalismo.”
(da Michel Bauwens e Vasilis Kostakis, Economie P2P, in “Posthuman glossary“)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...