Immagazzinamento “caotico”

Si tratta della tecnica di immagazzinamento delle merci messa in atto da Amazon, finalizzata all’ottimizzazione dei percorsi tra un prodotto e l’altro. La distribuzione rende ogni prodotto riconoscibile solo con il relativo codice a barre e pertanto ritrovabile solo con il supporto di un dispostivo digitale. è un codice/spazio organizzato in funzione della prestazioni delle macchine computazionali, di fatto incomprensibile per gli esseri umani, asserviti e oppressi dal meccanismo.

Come sintetizza Bridle:

Tutto quello che [i magazzinieri di Amazon] devono fare è seguire le istruzioni sullo schermo, impacchettare e portare oggetti. Ci si aspetta insomma che si comportino come robot, che ne interpretino il ruolo rimanendo – per adesso – leggermente meno costosi.

La riduzione dei lavoratori ad algoritmi di carne, utili solo per la loro capacità di muoversi ed eseguire gli ordini, ne rende più facile l’assunzione, il licenziamento e l’abuso. Questi lavoratori che vanno dove gli ordinano i loro terminali da polso non hanno neanche bisogno di comprendere la lingua del posto, né hanno bisogno di istruzione alcuna. Entrambi questi fattori, sommati all’atomizzazione prodotta dall’incremento tecnologico, impediscono anche un’organizzazione sindacale efficace.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...