Contagio disinformativo

Caratterizzato da fonti indistinte e indistinguibili e da diffusione spontanea e spesso virale in rete, sotto forma di meme, il contagio disinformativo è in flutto di una semplificazione  del processo di comunicazione congruente con la velocità dei flussi digitali e la scarsa capacità o intenzione di approfondimento degli utenti. Spesso è spacciato per sapere alternativo, che considera il debunking come parte del complotto culturale. Coerente con la pratica discorsiva polarizzata dei social, utilizza il pregiudizio di conferma autoreferenziale, risuonante nelle stanze dell’eco. (rielaborazione da R. Mattera, Grillodrome, 2017)

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...