Le categorie della manipolazione

Neil Selwin classifica il linguaggio di definizione delle stumentazioni digitali nella didattica in tre categorie:

  • lessico determinista, che preconizza solo efficacia (virtual learning environment, learning tools, learning technologies, eTwinning, BYOD);
  • lessico ludico (Coding Dojo, Edutainment, animatori digitali);
  • lessico di rottura epistemologica (digital transformation, flipped learning, digital native, avanguardie educative, Futura).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...