Determinismo incantato

Come sostiene Crawford:

i sistemi dell’IA sono percepiti come un incantamento, qualcosa che va al di là del mondo conosciuto, ma rimangono deterministici in quanto scoprono modelli che possono essere applicati con certezza predittiva alla vita di tutti i giorni.
Nelle discussioni sui sistemi di deep learning, in cui le tecniche di apprendimento automatico sono estese sovrapponendo rappresentazioni astratte di dati l’una sull’altra, il determinismo incantato acquisisce una qualità quasi teologica.
Il fatto che gli approcci di deep learning siano spesso non interpretabili, persino per gli stessi ingegneri che li hanno creati, conferisce a questi sistemi un’aura di complessità che li rende immuni da ogni regolamentazione e una potenza che impedisce di opporre loro un rifiuto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...