Paul Ekman

Si tratta dello psicologo che afferma l’esistenza di un piccolo insieme di stati emotivi universali leggibili direttamente dai volti, perché primari. da considerarsi naturali, innati, interculturali e identici in tutto il mondo.

Questa idea è alla base dell’industrializzazione del riconoscimento delle emozioni attraverso dispositivi digitali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...