Butopian thinking

La butopia (utopia, però) è il duplice assunto per cui una – non ancora realizzata – Intelligenza Artificiale Generale e sensibile sarà in grado di risolvere tutti i problemi, ma questa stessa capacità avrà implicazioni e conseguenze di lungo termine, i soli problemi su cui vale la pena di impegnarsi davvero, a partire dalla singolarità. Delinea un quadro speculativo in cui tutti i problemi sono risolti, tranne uno, quello preceduto da “but”.

Questo approccio orientato al futuro permette di trascurare e mistificare il presente, e quindi “i rischi della polizia automatizzata, la categorizzazione umana forzata, il colonialismo insito nell’estrazione e distribuzione dei dati, il razzismo e la misoginia automatizzati e molte altre questioni: preoccupazioni ambientali, perdita di posti di lavoro e interruzione per gli artisti e il modo in cui pensiamo”. (fonte: Eryk Salvaggio, “Fear of AI is Profitable. Welcome in Butopia“)