“Sociale” di stampo californiano

Luoghi virtuali e mentalità della condivisione su base centralizzata, che non prevede -anzi esclude – qualsiasi forma di proprietà collettiva o di servizio di pubblica utilità fondato sull’universalità. Forme di organizzazione del sé su base tecnico-culturale, con meccanismi relazionali basati sul riscontro immediato, atti a costruire dipendenza. Stagnazione economica, aggressività populista e spettacolarizzazione mediatica accrescono il successo di questa prospettiva di consumo esistenziale, utile all’estrazione di valore da parte del capitalismo di piattaforma. La “socialità digitale” è così assolutamente coerente con l’ideologia “californiana”.

 

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...