Uberizzazione

Generalizzazione del modello aziendale di Uber, che definisce i rapporti tra produzione di servizi, lavoratori e utenti fondati su piattaforme digitali che connettono il servizio stesso, la sua produzione e gli utenti.

Questo processo origina un nuovo proletariato, che si colloca in rapporto diretto con il cliente e non con l”impresa, perché interloquisce con il consumatore del servizio secondo uno schema professionale che simula quello della libera professione.

Uber, infatti, agisce come intermediario tra possessori di automobili e potenziali passeggeri: il conducente è quindi rappresentato come lavoratore autonomo, mentre la committenza ricevuta lo avvicina in realtà al lavoro dipendente.

Uber, come Airbnb, sfrutta tecnologie frutto di investimento pubblici (GPS, Internet) e gli effetti di lock.in e moltiplicazione della rete.

La retorica dell’innovazione – in realtà sempre meno efficace, anche a fronte di recenti sentenze e intenzioni legislative in varie parti del mondo – nasconde intenzioni speculative che sfruttano l’incongruenza tra modalità di lavoro e sistemi di qualificazione giuridica delle prestazioni.

3 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...