Supremazia cognitiva occidentale

Approccio che universalizza la cultura e la visione della conoscenza funzionali alla razionalità capitalistica ed è alla base – per esempio – dell’idea di sviluppo e sottosviluppo come stadi di un percorso indiscutibile e quindi del progresso inteso come crescita continua, incremento dei consumi e saccheggio della natura, considerata una delle forme del capitale.

Infatti,

il discorso convenzionale sullo sviluppo (…= vede il progresso economico come un passaggio dal non monetizzato al monetizzato, dal comune al privatizzato, dal locale al globale, dall’artigianale al prodotto di massa. In questa prospettiva, le tradizionali economie sociali e solidali sono considerate arretrate, improduttive e condannate all’invisibilità. (Nadia Johanisova e Markéta Vinkelhoferová – 54. Economia sociale e solidale, “Pluriverso. Un dizionario per il post-sviluppo“)


“la teoria sociale egemonica frammenta la società in sfere: economia, società, cultura e politica. Definisce l’economia come un sistema di mercato autoregolato che, lasciato alle proprie leggi, risolverebbe in modo ottimale l’allocazione delle risorse, compresa la forza lavoro” (Natalia Quiroga Diaz, 53. Economia popolare, sociale e solidale, ibidem)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...