Utopia della certezza

Con questa espressione Zuboff definisce l’uso del potere strumentalizzante da parte del capitalismo di sorveglianza per ottimizzare le dinamiche e le relazioni sociali in funzione del mercato.

Questo approccio concepisce estrazione, previsione e attivazione del’esperienza umana mediante le tecnologie digitali, strumenti per possedere e rivendete elemeni di conoscenza e mezzi di apprendimento funzionali agli scopi di mercato, la cui tendenza è la perfezione, il dominio assoluto sulle sorti e sulle scelte umane.

“Per riuscirci, i capitalisti della sorveglianza hanno elaborato una visione raggelante. Vogliono una nuova società che emuli l’apprendimento delle macchine proprio come la società industriale era modellata su discipline e metodi del lavoro in fabbrica. Secondo la loro visione, il potere strumentalizzante si sostituisce alla fiducia sociale, il Grande Altro mette la certezza al posto dei rapporti umani, e la società che conosciamo sfuma nell’obsolescenza. (…)

Il potere mira alla totalità, e a intralciarlo è l’autorità: istituzioni democratiche; leggi; regolamenti; diritti e doveri; norme e contratti privati; i comuni limiti di mercato messi in atto dai consumatori, dalla concorrenza e dagli impiegati; la società civile; l’autorità politica del popolo e quella morale dei singoli individui che ancora non hanno perso la rotta.” (Zuboff).

utopia della certezza

 

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...